Cotto di fichi: da prodotto tradizionale a innovativo.

cottodifichi donna francesca

Il cotto di fichi è un condimento a base di frutta molto antica e nota in Puglia. Noi di Donna Francesca abbiamo pensato di far conoscere questa leccornia in tutto il mondo trasformandolo da prodotto tradizionale ad innovativo come confermano i numerosi premi ricevuti. In passato veniva usato per realizzare granite o per guarnire dolci ma anche per dare sollievo alla gola infiammata. 

COSA E’ IL COTTO DI FICHI

L’idea di realizzare una ricetta così antica ci è venuta in mente in un’assolata estate guardando i nostri alberi di fico nelle campagne della nostra tenuta in Puglia. Le foglie grandi, verdi e rigogliose, i frutti dolci, non facevano altro che evocare i sapori golosi della nostra infanzia. E’ nata così l’idea di realizzare noi stessi questo condimento dal gusto inaspettato. Da allora prepariamo il cotto di fichi solo con frutta 100% italiana tra la fine di agosto e gli inizi di settembre. La realizzazione di questo prodotto dal sapore “slow” richiede tempo e pazienza, un impegno ripagato dalla sua bontà. Si comincia dalla raccolta manuale dei frutti. Selezionati, vengono essiccati al sole su grandi teli retinati. Infine vengono cotti lentamente solo con acqua e continuamente mescolati.

SOLO UN INGREDIENTE

Il cotto di fichi è realizzato con un solo ingrediente, ossia solo fichi 100% italiani, è senza zuccheri aggiunti, conservanti e coloranti ed è senza glutine.

CHE SAPORE HA IL COTTO DI FICHI

Questo condimento è molto dolce e profumato. All’olfatto offre profumi di prugna secca, miele, cacao amaro, datteri, fichi secchi e uva passa, con speziatura di cannella e caramello. Al gusto la dolcezza del cotto di fichi è ben bilanciata dalla freschezza e dalla sua delicata sapidità. Il finale è molto persistente con ricordi di frutta secca.

COME SI USA IL COTTO DI FICHI

E’ capace di accompagnare diversissimi tipi di piatti e ricette, ma anche assai piacevole al palato con i cibi crudi, la frutta, la verdura e gli ortaggi freschi. Indicato per la preparazione di cocktail e insostituibile nella preparazione dei dolci natalizi della tradizione, come le famose “cartellate“.

Iscriviti alla nostra newsletter

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin