Mandorle
Mandorle

Lorem ipsum dolor amet, consect adipiscing elit, diam nonummy.

Follow Us

Search

mandorle sgusciate
Mandorle Sgusciate

Per gustare la mandorla Filippo Cea al naturale.
Adatta per tutti gli usi di cucina e pasticceria, ottima per la produzione di granella tostata e torroni.

Informazioni Tecniche

CULTIVAR: Filippo Cea

INGREDIENTI: Mandorle sgusciate

ALLERGENI: Frutta secca a guscio

AREA GEOGRAFICA DI PRODUZIONE: Provincia di Bari, Puglia, Italia

ALTITUDINE DEI MANDORLETI: 200/380 metri sul livello del mare, al confine tra pre-Murgia e Alta Murgia

PERIODO DI RACCOLTA: Da fine agosto ad inizio ottobre

TECNICA DI RACCOLTA: Manuale o con l’ausilio di agevolatori meccanici

SMALLATURA: Meccanica

ESSICCAZIONE E STOCCAGGIO: Essiccazione al sole su reti; stoccaggio, in guscio, in casse forate

SGUSCIATURA E SELEZIONE: Sgusciatura meccanica e selezione manuale del frutto

Caratteristiche fisico-chimiche

COLORE: Ocra scuro

GEMELLE: Circa 30%

CALIBRO: A richiesta

IMPURITÀ: Esente da parti di piante, da insetti (vivi o morti), da parti di insetto e impurità animali

UMIDITÀ: 7.0%

MODALITÀ DI CONSERVAZIONE: In un luogo fresco e asciutto a temperatura da +6°C a +14°C , al riparo dalla luce e da fonti di calore

SHELF LIFE: 12 mesi

CONFEZIONI: 80g – 170g – 500g (sottovuoto) – 1kg (sottovuoto)

UTILIZZO: Ideale per essere consumata al naturale. Adatta per tutti gli usi di cucina e pasticceria, ottima per la produzione di granella tostata e torroni.

NOTE DI DEGUSTAZIONE: Intenso flavour di caseina con un finale elegante seguito da una notevole persistenza in bocca. Percezioni dovute alla ricchezza della mandorla in oli essenziali (59,57% di cui quasi il 74% è rappresentato dall’acido oleico, il 18,6% dall’acido linoleico e il 5,5% dall’acido palmitico). Palato pieno e bilanciato con ricordo di grano e fiori bianchi.

mandorle pralinate
Mandorle Pralinate

Un velo di zucchero ricopre queste mandorle croccanti.
Adatte a tutti i palati, ai golosi  e a chi è alla ricerca dello snack giusto, per una ricarica di energie.

Informazioni Tecniche

CULTIVAR: Filippo Cea

INGREDIENTI: 60% mandorle sgusciate varietà Filippo Cea, 35% zucchero, 5% acqua.

ALLERGENI: Frutta secca a guscio

AREA GEOGRAFICA DI PRODUZIONE: Provincia di Bari, Puglia, Italia

ALTITUDINE DEI MANDORLETI: 200/380 metri sul livello del mare, al confine tra pre-Murgia e Alta Murgia

PERIODO DI RACCOLTA: Da fine agosto ad inizio ottobre

TECNICA DI RACCOLTA: Manuale o con l’ausilio di agevolatori meccanici

SMALLATURA: Meccanica

ESSICCAZIONE E STOCCAGGIO: Essiccazione al sole su reti; stoccaggio, in guscio, in casse forate

SGUSCIATURA E SELEZIONE: Sgusciatura meccanica e selezione manuale del frutto

PRALINATURA: La mandorla sgusciata viene pralinata con acqua e zucchero in tegami di acciaio Inox

Caratteristiche fisico-chimiche

COLORE: Rosa

GEMELLE: Circa 30%

CALIBRO: A richiesta

IMPURITÀ: Esente da parti di piante, da insetti (vivi o morti), da parti di insetto e impurità animali

UMIDITÀ: 9.0% – 13.0%

MODALITÀ DI CONSERVAZIONE: In un luogo fresco e asciutto a temperatura da +6°C a +14°C, al riparo dalla luce e da fonti di calore

SHELF LIFE: 9 mesi

CONFEZIONI: 80g – 170g – 500g (sottovuoto) – 1kg (sottovuoto)

UTILIZZO: Come snack si accompagna a tutti i tipi di bevande. Ottima, in particolare, per accompagnare vini, spumanti dolci, passiti e whisky. Adatte a tutti i palati, ai golosi come a chi è alla ricerca dello snack giusto, per una ricarica di energie.

NOTE DI DEGUSTAZIONE: Il sapore della pralinata è gradevole: lo zucchero addolcisce il prevalente sapore della mandorla, intenso e persistente. Al palato resta l’armonia leggera tra i due ingredienti.

mandorle pelate
Mandorle Pelate

La Mandorla Filippo Cea così com’è.
Ideale per assaporare l’intenso flavour di caseina.
Adatta per tutti gli usi di cucina e pasticceria, ottima per la preparazione di pesto pugliese.

Informazioni Tecniche

CULTIVAR: Filippo Cea

INGREDIENTI: Mandorle pelate

ALLERGENI: Frutta secca a guscio

AREA GEOGRAFICA DI PRODUZIONE: Provincia di Bari, Puglia, Italia

ALTITUDINE DEI MANDORLETI: 200/380 metri sul livello del mare, al confine tra pre-Murgia e Alta Murgia

PERIODO DI RACCOLTA: Da fine agosto ad inizio ottobre

TECNICA DI RACCOLTA: Manuale o con l’ausilio di agevolatori meccanici

SMALLATURA: Meccanica

ESSICCAZIONE E STOCCAGGIO: Essiccazione al sole su reti; stoccaggio, in guscio, in casse forate

SGUSCIATURA E SELEZIONE: Sgusciatura meccanica e selezione manuale del frutto

PELATURA: Manuale con agevolatrice a rulli

Caratteristiche fisico-chimiche

COLORE: Bianco latte

GEMELLE: Circa 30%

CALIBRO: A richiesta

IMPURITÀ: Esente da parti di piante, da insetti (vivi o morti), da parti di insetto e impurità animali

UMIDITÀ: 7.0%

MODALITÀ DI CONSERVAZIONE: In un luogo fresco e asciutto a temperatura da +6°C a +14°C, al riparo dalla luce e da fonti di calore

SHELF LIFE: 12 mesi

CONFEZIONI: 80g – 170g – 500g (sottovuoto) – 1kg (sottovuoto)

UTILIZZO: Adatta per tutti gli usi di cucina e pasticceria, ottima per la preparazione di pesto pugliese.

NOTE DI DEGUSTAZIONE: Intenso flavour di caseina con un finale elegante seguito da una notevole persistenza in bocca. Percezioni dovute alla ricchezza della mandorla in oli essenziali (59,57% di cui quasi il 74% è rappresentato dall’acido oleico, il 18,6% dall’acido linoleico e il 5,5% dall’acido palmitico). Palato pieno e bilanciato con ricordo di grano e fiori bianchi.

mandorle tostate
Mandorle Tostate

Leggermente tostate in forno, salate con olio extra vergine di oliva e sale marino.
Queste mandorle conquistano il palato e sono protagoniste con prosecchi e vini, negli aperitivi o per aggiungere sapore alla giornata.

Informazioni Tecniche

CULTIVAR: Filippo Cea

INGREDIENTI: 96% mandorle pelate, sale marino, olio extravergine di oliva

ALLERGENI: Frutta secca a guscio

AREA GEOGRAFICA DI PRODUZIONE: Provincia di Bari, Puglia, Italia

ALTITUDINE DEI MANDORLETI: 200/380 metri sul livello del mare, al confine tra pre-Murgia e Alta Murgia

PERIODO DI RACCOLTA: Da fine agosto ad inizio ottobre

TECNICA DI RACCOLTA: Manuale o con l’ausilio di agevolatori meccanici

SMALLATURA: Meccanica

ESSICCAZIONE E STOCCAGGIO: Essiccazione al sole su reti; stoccaggio, in guscio, in casse forate

SGUSCIATURA E SELEZIONE: Sgusciatura meccanica e selezione manuale del frutto

TOSTATURA E SALATURA: La mandorla pelata viene amalgamata in olio extravergine di oliva, salata con sale marino e inviata alla tostatura in forno a temperatura controllata

Caratteristiche fisico-chimiche

COLORE: Biondo

GEMELLE: Circa 30%

CALIBRO: A richiesta

IMPURITÀ: Esente da parti di piante, da insetti (vivi o morti), da parti di insetto e impurità animali

UMIDITÀ: 4.0% – 6.0%

MODALITÀ DI CONSERVAZIONE: In un luogo fresco e asciutto a temperatura da +6°C a +14°C, al  riparo dalla luce e da fonti di calore

SHELF LIFE: 6 mesi

CONFEZIONI: 80g – 170g – 500g (sottovuoto) – 1kg (sottovuoto)

UTILIZZO: Come snack si accompagna a tutti i tipi di bevande. Ottima per accompagnare prosecchi e vini. Adatta come aperitivo, per aggiungere sapore alla giornata.

NOTE DI DEGUSTAZIONE: La mandorla è croccante, grazie alla tostatura. Il gusto, arricchito dalla leggera salatura, conquista il palato, grazie anche alla presenza dell’olio extravergine di oliva. Dopo la degustazione il palato resta pulito.

LE MANDORLE FILIPPO CEA

CROCCANTE E DAL GRANDE CALIBRO. È LA MANDORLA FILIPPO CEA NATA GRAZIE AL LAVORO DELL’AGRONOMO DI CUI PORTA IL NOME

“Coltiviamo i nostri mandorli da generazioni. Li proteggiamo dalle intemperie, vegliamo su di loro durante le notti stellate, gioiamo dei loro fiori, raccogliamo i loro frutti e li lavoriamo artigianalmente, con rispetto. Li lasciamo liberi di vivere nella natura, accarezzati dal vento di Puglia. Respiriamo e viviamo del loro profumo. Come dei genitori.”

Filippo Cea

Siamo agli inizi del 1900. L’agronomo Filippo Cea ama sperimentare. Innesta, seleziona, crea. Nasce così la mandorla cultivar più apprezzata per gusto e caratteristiche nutritive. Grazie alle condizioni pedoclimatiche e alla qualità del terreno, questo particolare mandorlo dall’animo esile quanto robusto, si integra alla perfezione con il panorama circostante divenendo con la sua silhouette, rustica ed elegante, icona indiscussa della Puglia. La tradizionalità del prodotto è riconosciuta anche dal MIPAAF che l’ha accolta nel suo elenco nazionali dei prodotti agroalimentari tradizionali come Mandorla di Toritto.

Il sapore

Dal sapore pieno e dal gusto bilanciato, la mandorla Filippo Cea si distingue per il suo intenso flavour di caseina con un finale elegante seguito da una notevole persistenza in bocca. La complessità di queste note sono dovute alla ricchezza della mandorla in oli essenziali (59,57% di cui quasi il 74% è rappresentato dall’acido oleico, seguito da un 18,6% dell’acido inoleico e da un 5,5% dell’acido palmitico).

Gli usi

L’utilizzo della mandorla Filippo Cea non ha confini in cucina: può essere consumata al naturale o come ingrediente nelle ricette più originali degli chef. Dalla confetteria alla pasticceria, nella gelateria come nella gastronomia, ma anche nella cosmesi e nel settore delle bevande, la mandorla esprime sempre il suo carattere. Grazie alla versatilità di questo prezioso frutto è possibile gustare le nostre mandorle in vari modi: al naturale sgusciate o pelate o nella versione “wild”, rompendo il guscio; o “lavorate”, ossia tostate salate con olio extra vergine di oliva e sale marino di Puglia, e pralinate, ricoperte da zucchero croccante.

I benefici

Prezioso alleato nelle diete bilanciate, mandorla Filippo Cea è un “superalimento” grazie al profilo nutrizionale e alle valenze nutraceutiche. La presenza di minerali, quali calcio, magnesio, potassio, fosforo, selenio, zinco, e della vitamina E e vitamina B, concorrono aiutano a ridurre il livello di colesterolo e il rischio di eventi cardiovascolari; inoltre, grazie all’alta percentuale di acidi grassi insaturi, contribuisce ad aumentare il senso di sazietà limitando il consumo di altri alimenti.