Puglia. Dove crescono le nostre mandorle

mandorle puglia donna francesca

Donna Francesca si trova in Puglia ed è proprio qui che crescono le nostre mandorle italiane.
Sono ormai cinque generazioni che curiamo quotidianamente i nostri mandorleti nei campi di Mariotto, luogo  caratteristico ai piedi della Murgia . La zona è caratterizzata da terreni poco profondi e rocciosi, caratteristiche che hanno favorito le migliori condizioni per l’adattamento dei nostri mandorli.

LA PUGLIA E LE MANDORLE

La Puglia è nota per i suoi affascinanti mandorleti, tant’è che ne connotato fortemente il paesaggio e, quando arriva il momento della fioritura, viaggiatori provenienti da ogni parte mondo si recano qui per ammirarla stupiti.

La diffusione della mandorlicoltura in Puglia ha portato alla coltivazione di diverse varietà tra cui:  la Falsa Barese; la Filippo Cea, la Genco e la Tuono”. I terreni pugliesi adibiti a questo tipo di coltivazione ammontano a circa 29 mila ettari, circa il 30% della produzione nazionale.

LA VARIETA’ COLTIVATA DA DONNA FRANCESCA

Le nostre mandorle sono della verità Filippo Cea, cultivar famosa per la bontà del frutto.  Questa frutta secca è considerata un superalimento”. Infatti, grazie al profilo nutrizionale e alle valenze nutraceutiche sono indispensabili per una alimentazione sana e bilanciata. Inoltre, contribuisce ad aumentare il senso di sazietà limitando il consumo di altri alimenti.

L’eccezionale profilo organolettico e nutrizionale di questa varietà è stato comprovato da vari studi condotti dall’Istituto sperimentale agronomico di Bari, che hanno rilevato l’elevato contenuto in acidi grassi, in particolare il 74% in acido oleico e quasi il 19% in acido linoleico, entrambi importanti per contrastare l’aumento della concentrazione ematica del colesterolo, riconosciuto anche dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare. Inoltre rappresenta un’ottima fonte di tocoferolo, molecola ad azione antiossidante che ostacola l’invecchiamento.

LE MANDORLE DONNA FRANCESCA

L’attenta lavorazione artigianale e la cura nella coltivazione delle mandorle offrono un valore aggiunto alle pregiate caratteristiche della varietà Filippo Cea. Questa varietà produce un frutto dalla grande forma e dal gusto elegante e burroso. Sono così buone che oltre all’impiego per gelati e pasticceria fine sono ottime anche da mangiare sgusciate, con la famosa pellicina, o pelate. Per chi invece ha voglia di “evadere” può mangiarle pralinate, arricchite da cristalli di zucchero, rigorosamente lavorate con la ricetta originale Donna Francesca. Per chi ama il salato invece può provare le tostate salate con olio extravergine di oliva. 

Iscriviti alla nostra newsletter

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin